FUERTEVENTURA ITINERARIO

FUERTEVENTURA, IL DESERTO DELLE CANARIE

Trasferirsi alle Canarie?

Noi ci abbiamo provato e nonostante avessimo trovato posti veramente incantevoli abbiamo capito che non fanno per noi.

Rimangono comunque delle mete molto interessanti per un bel viaggio,soprattutto una volta evitate le zone palesemente troppo turistiche.

El Cotillo

Un villaggio che è riuscito a mantenere il suo aspetto pittoresco, le sue tradizioni, e che nel contempo è riuscito a trasformarsi. Si trova nella parte nord-ovest dell’isola.

Il tempo sembra che si sia fermato.

I pescatori sono ancora intenti nelle loro routine quotidiane, mentre le donne li aspettano a casa in un contesto di grande tranquillità.

El Cotillo è particolarmente frequentato dagli appassionati di surf, visto che le sue spiagge sono attraversate da forti correnti e onde alte.

A volte la forza del mare ha affondato diverse barche e ha abbattuto i muri, specialmente nella zona del porto.

Non mancano nel villaggio i bar e i ristorantini dove poter gustare la cucina locale, molto saporita soprattutto grazie ai piatti di pesce.

Coralejo

È un parco naturale speciale, in cui sarete immersi nell’atmosfera del deserto di Fuerteventura.

L’area Nord è un’estesa distesa di sabbia e dune circondate dalle acque dell’Oceano.

Nella parte meridionale, invece, il paesaggio cambia notevolmente ed è vulcanico: si passa così a colori rossi e ocra e a una cornice di forme meno morbide e più nervose.

A Corralejo, cittadina piccola ma frizzante e vivace troverete numerosi locali e bar.

Isola di Lobos

L’ultimo abitante fisso è stato il guardiano del faro. Un fazzoletto di 4,5 chilometri di meraviglia, Un faro, nessuna strada, un ristorante. Troverai alcune case di pescatori e un centro turistico. La zona è ideale per fare dello snorkeling e per godersi le sfumature dell’acqua.

Penisola di Jandia

Si tratta della penisola che si trova nella parte più a sud dell’isola di Fuerteventura. In origine si trattava di un isolotto separato dall’isola, ma nel corso dei secoli la sabbia trasportata dal mare e dal vento ha unito la penisola a Fuerteventura. Ed è stata una fortuna visto che qui si trovano i 25 chilometri delle spiagge più popolari e rilevanti.

Tra gli arenili da non perdere ci sono Barlovento, Sotavento e playa de Cofete